Camillo Donati

vignaiolo naturale

MALVASIA ROSA

Da quando la mamma nel 2006 è nata in Cielo, mi sono sentito nel profondo di dedicarle un vino, ma non sapevo quale, che tipo, come...
Poi, ispirato dal suo nome, lei si chiamava Rosa, anche se tutti la conoscevano come Rosetta, ho deciso di fare un vino rosa secco. A questo punto dovetti scegliere quale vitigno utilizzare e la scelta è caduta sulla nostra malvasia, perché a lei piaceva molto, anche se prediligeva la versione dolce e poi perché lo ritengo un vino dalla spiccata ed inconfondibile personalità.
Il mio intento non è mai stato quello di fare un rosé o un rosato, partendo dalle mie uve a bacca rossa, in quanto questo avrebbe implicato vinificare in bianco le uve e successivamente chiarificare ed infine filtrare, per raggiungere il colore rosa, tutte operazione alle quali mi trovo nettamente contrario!
Quindi per ottenere un vino di colore rosa in modo come piace a me, ossia del tutto naturale e non invasivo, non rimaneva altra strada di quella dell'uvaggio. Così dopo qualche prova, nel 2009 riuscimmo ad ottenere la nostra prima malvasia Rosa, aggiungendo alla malvasia un 5% di un vitigno a bacca rossa. Non abbiamo mai svelato di quale vitigno a bacca rossa si tratti, per fare un “piccolo giochino” fra i nostro amici-clienti, ma sopratutto perché di questo 5% è veramente impossibile capirne l'identità. Tant'è vero che nel 2009 ne abbiamo usato uno, un altro nel 2010 ed un altro ancora nel 2011, con lo stesso identico risultato. Questo a dimostrazione del fatto che la malvasia Rosa ha mantenuto integre tutte le caratteristiche principali del vitigno malvasia aromatica di Candia, fatta eccezione naturalmente per il colore e, anche se questo non era voluto, ha “attutito” leggermente l'estrema aromaticità rispetto alla sorella, cosa, questa, che la rende ottima anche come aperitivo.
In conclusione, ecco perché io non dirò mai che facciamo un rosato od un rosé, ma semplicemente una malvasia Rosa, con la R maiuscola come nel nome Rosa di mia mamma!
Per tutto quello che sono le informazioni tecniche, gli abbinamenti, la temperatura ed il bicchiere consigliati, vi rimando pari-pari alla scheda della malvasia secco.